Attività
ESCURSIONI E ATTRAZIONI

Per un Turismo sostenibile

Vi proponiamo un turismo sostenibile, sempre più responsabile ed attento ai propri comportamenti che si inserisca delicatamente nel contesto in cui insiste; desidereremmo che gli ospiti sostenessero concretamente le nostre scelte condividendo alcune importanti comportamenti in linea con questa strategia.

Parlando di turismo in montagna più facilmente si pensa ad un turismo di massa nelle grandi e famose località alpine in comprensori dove la montagna viene degradata ad un “divertimentificio” in cui è necessario dotarsi e mantenere costose infrastrutture per soddisfare richieste sempre più esigenti e poco adatte al delicato ambiente montano.

Per vivere, divertirsi e rilassarsi nel nostro rifugio e comprendere il territorio e la cultura della valle, vi consigliamo alcune attività che possono variare in funzione della stagione e delle condizioni meteo che vi suggeriamo sempre di valutare attentamente in funzione dell’ attività scelta.

www.nimbus.it/italiameteo/previpiemonte

Informazioni Turistiche:

www.visitmove.it
www.vallidelmonviso.it

Acquisto, noleggio e riparazione attrezzatura presso:

I Sentieri della Valle

Escursionismo

La posizione geografica ed ambientale del rifugio crea una predisposizione per la pratica di facili passeggiate o escursioni più impegnative. La quota di 1300 m in media valle, l’esposizione soleggiata e la fitta trama di sentieri di origine rurale, offrono la possibilità di molteplici e vari itinerari percorribili tutto l’ anno che anche in condizioni di neve garantiscono mediamente un di sicurezza da valanghe.

Trekking

Che siate amanti di lunghi itinerari a piedi alla scoperta di una zona dormendo in un luogo diverso ogni sera o che semplicemente siate alla ricerca di un esperienza vera e sincera immersi nella natura, questo è il sentiero che fa voi.

Dodici tappe per attraversare la valle Varaita, ovviamente facendo tappa a Meira Paula!

vallevaraitatrekking.it

Se invece siete alla ricerca di un itinerario più breve ma in quota, percorribile solo nei mesi estivi, allora il giro del Monviso è quel che cercate:

www.parcomonviso.eu/visite/sentieri-ed-escursioni/il-giro-di-viso

Percorsi per Famiglie

Sentiero dei Sarvanot a Rore
Un facile percorso di circa 30’ lungo un corso d’ acqua che dal centro del borgo di Rore permette di arrivare ad una caratteristica cascatella incontrando gli abitanti selvatici del bosco, i sarvanot. Grazie a diverse deviazioni segnalate è possibile arrivare in rifugio passando da questo percorso in circa 1h 30’.

Big Bench ed Albero della vita a Rore
Anche Rore ha la sua panchina gigante in cui sentirsi tutti un po’ bambini; vicino è stato posto un caratteristico “albero della vita” dedicato a Marianna, una ragazza del paese prematuramente scomparsa. Una posizione panoramica privilegiata per ammirare la borgata dall’ alto raggiungibile in 15’ a piedi.

Passeggiata per le vie di Rore
per osservare la viva borgata, i murales con i sarvanot ed alcuni luoghi significativi segnalati dal percorso “Na vinco a Rure – Un giro a Rore”, guida cartacea acquistabile in rifugio o a Rore presso “l’ albergo Amici” o “la bottega di Beppe”

Il ponte tibetano di Becetto
Un emozione che toglie il fiato quella di camminare sospesi e un po’ traballanti, ma anche la possibilità di fare un percorso ad anello passando per l’ antico mulino Pagò.

Numerose sono le escursioni che in totale libertà si possono compiere con partenza dal rifugio.
In particolare vi segnaliamo che in 20’ potete facilmente raggiungere le Meire del Colletto di Rore per un sentiero con pochissimo dislivello e che aggiungendo 30’ o 50’ potete compiere un anello più o meno grande a seconda della scelta, e ritornare al rifugio.
Appena sotto il rifugio abbiamo segnalato una “variante forestale”, un piccolo anello che ricollegandosi all’itinerario che sale da borgata Puy, permette una fiabesca passeggiata in un bosco di faggi.

Joelette

Le cose sembrano impossibili finché non ce la fai.

Per chi pensa che per un disabile in carrozzina non sia possibile andare su un sentiero di montagna c’è la “Joelette” (Foto) che tramite una convenzione tra Unione Montana Valle Varaita ed il Vallevaraitatrekking presso Segnavia Porta di Valle può essere gratuitamente noleggiata per esperienze uniche ed indimenticabili.

Richiedete informazioni e non perdete l’ occasione di farvi accompagnare da un professionista!

Una scorciatoia che porta ai funghi

Raccolta Funghi

Da giugno a ottobre dopo aver regolarizzato il vostro tesserino di raccolta, prendete la cesta, camminate in silenzio, meglio se in compagnia ed andate alla ricerca di questo delizioso prodotto del sottobosco esplorando con logica razionalità i luoghi che solo voi conoscete come i più adatti alla raccolta.

Non solo un produttivo passatempo ma anche un modo alternativo per scoprire angoli nascosti della nostra valle.

Sua Maestà, il Monviso

Parco del Monviso

Una riserva naturale transfrontaliera che va ben oltre le sole eccellenze naturali ma che custodisce anche notevoli porzioni di storia e cultura a cavallo tra due stati aventi molti punti in comune.

www.parcomonviso.eu


www.pnr-queyras.fr

Sulla Neve

Nel periodo invernale la media valle è una zona piuttosto nevosa grazie allo scontro tra le correnti fredde e quelle umide e le nevicate abbondanti non sono poi così rare.

L’esposizione, la quota ed il posizionamento restituiscono mutevoli sbalzi termici che spesso lavorano il manto nevoso trasformandolo rapidamente.
Subito dopo una nevicata è spesso possibile, se non addirittura consigliabile, raggiungerci partendo direttamente da Rore (poco meno di 1000 m di quota).

Data la quota e l’esposizione favorevole, su questo versante di borgata Puy la neve tende a fondere o assestarsi rapidamente permettendo di arrivare in rifugio a piedi senza l’utilizzo di sci o ciaspole.

L’accesso più in quota da borgata Sabbione e meno esposto al sole, garantisce invece un maggior e più lungo innevamento nell’ arco della stagione fredda; la strada sterrata viene da noi battuta con un mezzo cingolato e da la possibilità di facili ciaspolate d’accesso o con neve trasformata addirittura l’utilizzo dei semplici scarponi o il traino di slittini con i bambini.

Per gli amanti delle 2 ruote

MTB / Moto

Acquisto, noleggio e riparazione attrezzatura presso:

Pedalare in compagnia di buoni amici immersi nella natura percorrendo una scorrevole strada sterrata oppure scendere un sentiero tecnico ed impervio, arrivare alla vostra meta in sella oppure con la bici in spalla, utilizzando una bicicletta muscolare o una a pedalata assistita elettricamente; scegliete la vostra dimensione, ci sono percorsi per tutti.
Lasciatevi suggerire alcuni percorsi, alcuni semplicemente per raggiungerci, altri per pedalare più a lungo:

  1. Da Rore con circa 8 km (5 km di asfalto in salita e 3km di sterrata quasi pianeggiante) potete raggiungerci in circa un ora, ma se avete una bicicletta a pedalata assistita anche meno…e per scendere potrete tornare sui vostri passi… ops sulle vostre ruote oppure impegnarvi un po’ di più scendendo sul più tecnico ma breve sentiero per borgata Puy. Variante: poco dopo l’ inizio della sterrata si incontra un bivio che porta al passo di Malaura (salita impegnativa)
  2. Una oramai super classica ad anello, partendo da Rore o da Sampeyre si raggiunge tramite asfalto la borgata Becetto (con possibilità più impegnativa di salire un tratto su sterrata da borgata Ruera – Morero) e poi si prosegue per Meire di Ruà dove inizia la strada sterrata che conduce al colle del Prete. Da qui si spinge 5’ la bicicletta percorrendo poi in discesa il crinale che conduce al passo di Malaura e da qui al nostro rifugio. Discesa sul Puy e Rore e variante facoltative di salita su strada sterrata ai fortini del Colletto con divertente discesa su Sampeyre.

In rifugio potete chiederci assistenza per avere maggiori dettagli sui percorsi o per crearne insieme di nuovi.
Servizi che possiamo offrirvi:

  • una pompa per lavare la vostra bicicletta dopo i giri più infangati;
  • una piccola officina dove riparare o sistemare il vostro mezzo;
  • un portabici per le soste brevi con lucchetto di cortesia gratuito;
  • ricovero coperto sotto chiave per tutti coloro che si fermano a pernottare;
  • possibilità di ricaricare la propria bicicletta a pedalata assistita.

Sfidare la valle

Arrampicata

Via Ferrata
– Percorso avventura di Chiaronto (Frassino)
Vi segnaliamo che in circa 45’ in discesa dal rifugio potete arrivare alla partenza della ferrata di Chiaronto, un facile percorso attrezzato, per sicurezza da percorrere ben equipaggiati con set da ferrata, casco ed imbrago. Sviluppo di 2 h. Dall’ uscita potrete ritornare in rifugio in circa 45’
www.gulliver.it/itinerario/50102/

– Rocca Senghi (Bellino)
Appena sopra l’abitato di S. Anna, un suggestivo percorso su un grande masso erratico che permette di attraversare una vecchia galleria nella roccia.
www.gulliver.it/itinerario/2675/

Arrampicata
– Falesia arrampicata dei Cup di Rore (Rocio Randuliero)
Una storica falesia della zona in cui è possibile arrampicare anche nei giorni di pioggia visto lo strapiombo della roccia sommitale.
www.gulliver.it/itinerario/6600/

– Falesia arrampicata delle Placche Nere
Poco dopo le Grange del Rio percorrendo la strada che conduce al colle dell’ Agnello
www.gulliver.it/itinerario/46409/

La valle Varaita offre inoltre diverse possibilità di vie di arrampicata in quota sia nel gruppo del Monviso 3841 m che sulle montagne di confine con la Francia le cui cime toccano i 3000 m.

Cascate di Ghiaccio

La valle è riconosciuta come un settore tra i più importanti e frequentati delle alpi occidentali e risulta esplorata sin dai tempi dei primi salitori delle cascate di ghiaccio con le nuove tecniche di “piolet traction”

In particolare i valloni di Bellino e Chianale offrono numerose possibilità di salite ed un “parco giochi artificiale” organizzato tutti gli anni per gli amanti del genere presso la diga di Castello di Pontechianale.

Cultura e Paesi della Valle

Feste

Alcuni appuntamenti molto caratteristici della valle

La Baìo di Sampeyre ogni cinque anni l’ antico carnevale del Piemonte occitano che si svolge nell’ arco di tre giornate e che sopra ogni altro significato è un momento di aggregazione in cui fare festa insieme con attaccamento alla radici della valle

La Viulunado a Frassino ogni due anni una festa di musica tradizionale

Il Cianto Viol a Becetto ogni anno l’ ultima domenica di agosto, cantando e suonando sui sentieri verso Becetto per farli rivivere in un occasione di festa tradizionale conviviale

Fero di Des a Bellino, ogni anno al 10 di ottobre

Musei e luoghi di interesse

Di seguito vi suggeriamo alcuni musei o luoghi di interesse che potete visitare in valle per meglio conoscere la nostra zona e la cultura locale; potrete farlo in un giorno di riposo o in un giorno in cui il meteo non sia congeniale ad altre attività, ma anche nelle giornate di arrivo o partenza del vostro soggiorno.

In valle

  • Centro culturale Lu Cunvent a Rore di Sampeyre
  • Museo dell’ arpa di Piasco
  • Museo del Costume di Chianale
  • Museo Etnografico di Casteldefino
  • Centro visita del bosco dell’ Alevè a Casteldefino
  • Museo Etnografico di Sampeyre
  • Museo del tempo e delle Meridiane di Bellino
  • Osservatorio astronomico di Bellino
  • Liero Armoni (Esposizione strumenti musicali) a Chianale
  • La Fabbrica dei suoni a Venasca
  • Ecomuseo della resistenza a Rossana
  • Lhi Mestres a Frassino
  • Museo del legno a Brossasco
  • Museo Etnografico L’ Palas (di Chiotti) a Costigliole
  • Palazzo Sarriod della Tour a Costigliole

Sull’itinerario per arrivare

  • Saluzzo – Castiglia e il borgo
  • Castello Rosso di Manta
  • Il filatoio di Carglio
  • Balma Boves a Paesana
  • I Ciciu del Villar San Costanzo
  • Castello del Castellar di Pagno
  • Madonna del rosario in val Grana
  • Abazzia di Staffarda
  • Museo dei capelli di Elva e Cappella con dipinti di Hans Klemer